• Gondola
  • Batea a coa de gambero
  • Vipera
  • Batea concordiese
  • Gondola
  • Mascareta
  • Sandolo buranelo
  • Gondola intagliata
  • Gondola rinascimentale
  • Topa

Ricostruzione di una nave da guerra veneziana, su disegni di Eugéne Evrard eseguiti nel 1888 e ricavati da un modello (un probabile ex voto), da manoscritti (Jaques Devaulx, 1583) e da stampe del XVI sec. (Van der Doort, 1557; Barenstön, 1554).

La prima volta che si trova nominato un galeone a Venezia è nel 1531, su una lapide murata su uno scalo in Arsenale.

Le linee d’acqua dei galeoni erano particolarmente slanciate, se raffrontate alle altre navi tonde dell’epoca; da quì l’accostamento alle galee, anche per la presenza di un lungo sperone, tipico proprio delle galee.

Il pescaggio era alquanto ridotto ed era causa di sbandamenti, che risultavano pericolosi data la scarsa altezza sull’acqua dei portelli dei cannoni.

Il modello rappresenta un veliero a tre alberi: trinchetto e maestro, muniti di vele rettangolari o trapezoidali, mezzana a vela latina + bompresso, con una vela di civada, sporgente dal castello di prua.


Di questa nave da guerra esiste anche un altro modello conservato presso il Museo Storico Navale di Venezia.

 

Bibliografia:

- G. Ercole, Duri i Banchi, GMT, 2006

- M.Giacomazzo, da un articolo reperito sul web